Matera e i Sassi

Riconosciuti dall’Unesco patrimonio dell’umanità, i Sassi di Matera non si identificano con un monumento, bensì con un sistema di vita e un modello di sviluppo durato millenni. I Sassi rappresentano un insediamento urbano unico al mondo nell’aspro territorio murgico.

Matera sorge infatti su un altopiano calcareo che presenta una spettacolare anomalia: un solco centrale, un vero e proprio canyon di 70-80 metri, attraversato dal torrente Gravina. Il territorio di Matera fu abitato ininterrottamente fin dal paleolitico. Per quel che riguarda specificatamente i Rioni dei Sassi, questi nascevano verso la fine del quindicesimo secolo. L’avvicendarsi di popolazioni nel corso del tempo ha lasciato un intricato sistema urbano, in cui le costruzioni si sovrappongono alle cavità naturali.

Tra il diciannovesimo ed il ventesimo secolo i Rioni dei Sassi sono divenuti dimora dei ceti più poveri della città. In seguito, è stato attuato un vero e proprio “piano di trasferimento” in un nuovo quartiere ed è stato intrapreso un piano di riqualificazione e risanamento dell’area. Pertanto oggi è possibile vedere il nucleo originario dei Sassi e le abitazioni scavate direttamente nella roccia e nel tufo, provando una sensazione unica: quella di essere in un presepe.

Lo stupefacente scenario di Matera ha fatto da sfondo a tantissimi film famosi e meno famosi, sia italiani che stranieri, tra cui il kolossal di Mel Gibson “The Passion”. Matera 2019 città candidata Capitale europea della cultura

Matera Città Narrata Progetto di APT Basilicata e CNR _ITABC Matera Città narrata è una Piattaforma digitale in grado di supportare gli utenti sia nella fase di pianificazione dell’esperienza di visita a Matera (Patrimonio UNESCO dal 1993) sia mentre la visita è in atto, consentendo loro di orientarsi e di accedere ai contenuti culturali in prossimità di monumenti, siti e itinerari.

 

Fonte: Basilicataturistica.com